VERBALE DELL’ESPERIMENTO DI PUBBLICO INCANTO PER I LAVORI DI
AMPLIAMENTO E RISTRUTTURAZIONE DEL ____________________________
IMPORTO LIRE 18.000.000.000 (superiore a 5 milioni di ECU)
ART. 21, comma 1 bis, legge n. 109 del 1994

Addì ..., alle ore ..., presso l’aula ... al piano ... del ... , in ..., ... , si riunisce la Commissione per esperire il pubblico incanto per l’aggiudicazione dei lavori di ampliamento e ristrutturazione del ...

La Commissione - costituita con deliberazione n. .... del ..., adottata dal ... - è così composta:

- ... Presidente
- ... componente
- ... componente
- ... componente, con funzioni di segretario verbalizzante

Il Presidente constata che sono presenti in aula:
sig. ... dell'impresa ... di ...
sig. ... dell'impresa ... di ...
sig. ... dell'impresa ... di ...
sig. ... dell'impresa ... di ...
sig. ... dell'impresa ... di ...

Il Presidente, deposti i plichi delle offerte pervenute e copia del bando di gara, sul banco degli incanti, dà lettura di quanto segue:

1. Con provvedimento n. ... del ..., l’ente ha deliberato di provvedere all’affidamento dei lavori di ampliamento e ristrutturazione del ... mediante pubblico incanto, ai sensi dell’art. 21, comma 1-bis, della legge n. 109 del 1994, con il criterio del massimo ribasso sull’importo a base d’asta determinato in base all’elenco prezzi unitari, per lavori parte a corpo e parte a misura, con valutazione delle offerte anomale attraverso l’esame della giustificazione del ribasso offerto;

2. contestualmente, sono stati approvati il capitolato speciale, l’elenco prezzi unitari, il computo metrico estimativo nonchè il bando, in versione integrale e relativo estratto, afferenti la gara in argomento;

3. il bando di gara è stato pubblicato:
- sul B.U.R.L. n. 2 - serie inserzioni - del ..., in versione integrale;
- sulla G.U.R.I. n. 10 - serie inserzioni - del ... , in versione integrale;
- sulla G.U.C.E. del ... , in versione integrale;
- su Il Corriere della sera Il Giorno e Il Sole 24 Ore del ..., per estratto;
- all’Albo Pretorio del Comune di Milano nonchè agli Albi dell’ente, dal ... al ..., in versione integrale;

4. il termine perentorio per la presentazione delle offerte era fissato entro le ore 12.00 di ... ....;

5. entro il termine indicato, sono pervenute tredici buste chiuse e sigillate, e precisamente:

1) Impresa AAA di ...
2) Impresa BBB di ...
3) Impresa CCC di ...
...
13) Impresa OOO di ...

6. oltre il termine è pervenuta l’offerta dell’Impresa XXX di ..., come risulta dal verbale di chiusura del termine per la presentazione delle offerte redatto il ...

Il Presidente avvisa che la gara si svolgerà secondo la seguente procedura pubblica:

1. apertura, nell’ordine sopraindicato, del "plico 1" contenenti la documentazione e verifica della conformità della stessa a quanto prescritto dal bando di gara;
2. apertura dei "plico 3"contenenti le giustificazioni del ribasso dei soli concorrenti che avranno superato la fase 1);
3. apertura dei "plico 2"contenenti le offerte economiche dei soli concorrenti che avranno superato anche la fase 2), essendo stata constatata nel "plico 3" la presenza delle giustificazioni;

terminate tali operazioni la Commissione si riunirà in seduta riservata per l’analisi delle giustificazioni delle voci di prezzo che corredano le offerte, a partire dall’offerta che presenta il maggior ribasso; qualora la Commissione, sulla base di tali giustificazioni, ritenesse di trovarsi in presenza di offerta anormalmente bassa rispetto alla prestazione, prima di rifiutarla, richiederà per iscritto ulteriori giustificazioni in merito alla composizione dell’offerta, sì da verificarla tenendo conto di quelle giustificazioni che siano fondate esclusivamente: sull’economicità del procedimento di costruzione o delle soluzioni tecniche adottate, sulle condizioni particolarmente favorevoli di cui gode l’offerente, con esclusione, comunque, di giustificazioni relativamente a tutti quegli elementi i cui valori minimi sono stabiliti da disposizioni legislative, regolamentari o amministrative ovvero i cui valori sono rilevabili da dati ufficiali.

In considerazione:
a) della tipicità dell’appalto in questione (trattasi di opere rientranti nei progetti di cui all’art. ... della legge n. ... del .... e del d.m. n. ... del ..., dichiarati "di pubblica utilità, indifferibili ed urgenti");
b) del termine perentorio (...) entro il quale l’Amministrazione è tenuta ad aggiudicare l’appalto, pena la revoca del finanziamento;
c) del fatto che le offerte, sono corredate da giustificazioni in ordine a voci che concorrono a fissare il 76,5% dell’importo a base d’asta e pertanto, essendo così formulate si prestano ad una più agevole valutazione di attendibilità, comportando la scomposizione del lavoro nelle singole categorie di lavorazione e facilitando quindi l’individuazione dell’eventuale anomalia,

la Commissione all’unanimità

decide che verranno concessi alle Imprese - nel caso che ricorresse la fattispecie sopra descritta - cinque giorni di tempo, decorrenti dalla data della richiesta, per presentare le ulteriori giustificazioni.

Riconvocati i concorrenti, la Commissione si riunirà di nuovo in seduta pubblica; pubblicamente darà atto della procedura esperita in seduta privata e procederà all’aggiudicazione definitiva dell’appalto.

Letto quanto sopra il Presidente, alle ore 9,45 dà avvio all’apertura dei plichi, seguendo l’ordine di arrivo e facendone via via constatare la sigillatura.

La Commissione, esamina di volta in volta la documentazione contenuta nei plichi 1 e ne registra il risultato nel prospetto che viene allegato al presente verbale, quale parte integrante e sostanziale.

Al termine di tale operazione, la Commissione dà atto che tutti i concorrenti sono ammessi alla fase 2).

Nello stesso ordine, la Commissione procede all’apertura dei plichi contenenti le giustificazioni delle voci di prezzo indicate nel bando, e, dopo aver constatato che in tutti i "plico 3" sono contenute le giustificazioni, dà atto che tutti i concorrenti sono ammessi alla fase 3).

Nello stesso ordine, la Commissione procede quindi all’apertura delle offerte economiche di cui il Presidente dà lettura ad alta voce; i ribassi offerti vengono registrati nel prospetto allegato che forma parte integrante e sostanziale del presente verbale e qui di seguito riportati secondo l’ordine decrescente di ribasso:

1) AAA di ..., -20,15%
2) BBB di ..., -15,18%
3) CCC di ..., -14,56%
4) DDD di ..., -11,19%
5) EEE di ..., -10,37%
6) FFF di ..., -10,22%
7) GGG di ..., - 7,77%
8) HHH di ..., - 7,29%
9) I I I di ..., - 7,14%
10) LLL di ..., - 5,36%
11) MMM di ..., - 5,30%
12) NNN di ..., - 3,91%
13) OOO di ..., - 1,89%

Ai sensi del d.m. ... attuativo dell'articolo 21, comma 1-bis, della legge n. 109 del 1994, il presidente dà atto che la somma dei ribassi offerti è pari a 120,33 e che la media aritmetica delle offerte, data dalla divisione della predetta somma (120,33) per il numero delle offerte ammesse (13) è pari a 9,26;

Le imprese con offerta superiore alla media risultano in numero di 6, mentre la somma di tutte differenze tra le offerte superiori alla media e la media stessa (scarti) risulta pari a 26,133; ne consegue che la media aritmetica degli scarti, data dalla divisione della predetta somma (26,133) per il numero delle offerte superiori alla media stessa (6) è pari a 4,355;

La soglia di anomalia, data dalla somma tra la media aritmetica delle offerte (9,26) e la media aritmetica degli scarti (4,355) è individuata nella percentuale del 13,615.

Soffrono pertanto dei sintomi dell'anomalia le offerte dei concorrenti AAA, BBB e CCC, tutte superiori alla predetta soglia.

Al termine il Presidente chiede se qualcuno intenda far verbalizzare osservazioni; si dà atto che la risposta è negativa.

Alle ore 11,55 il Presidente dichiara sospesa la seduta pubblica a data da destinarsi, e congeda il pubblico.

La Commissione, a porte chiuse, prosegue quindi i lavori - coadiuvata dal Collegio dei Progettisti (e precisamente da: arch. ..., ing. ..., ing. ... e ing. ... - e prende in esame il plico contenente le giustificazioni dell'impresa AAA di ... che ha offerto il maggior ribasso (20,15%).

Rilevando che gli elementi giustificativi ivi descritti non appaiono sufficienti a sostenere la congruità del ribasso offerto, per le seguenti ragioni:

a) non è stata formulata giustificazione in ordine ai capitoli a corpo 1-2-3, corrispondenti a £ 6.542.995.075, pari al 56,32% delle opere edili; tale giustificazione era stata espressamente richiesta nel bando di gara; manca inoltre il computo metrico;
b) nelle analisi non è indicata l’unità di misura alla quale si riferisce ogni singola voce; ciò non consente un raffronto inequivocabile con gli elementi posti a base dell’analisi di progetto;
c) il medesimo codice di articolo è citato più volte con prezzi diversi (ad esempio: c/4= cls per opere di elevazione - setti di controventatura: £ 153.600; c4= cls per setti rampe: £ 154.200); ciò non consente di stabilire l’incidenza dell’economicità della singola voce rispetto all’intera prestazione;
d) diversi articoli (ad esempio N/1) sono analizzati sulla base di unità di misura diverse da quelle riportate nell’elenco prezzi unitari; ciò non consente la valutazione di congruità della singola voce e nemmeno del peso o dell’incidenza dell’eventuale economicità delle singole opere sull’intero lavoro;
e) il costo della mano d’opera edile è inferiore a quello previsto dal C.C.N.L. del 5 luglio 1995, aumentato dagli oneri riflessi;
f) numerosi prezzi dell’analisi sono superiori ai prezzi di progetto, per cui non si evincono le motivazioni che hanno determinato il ribasso d’asta complessivamente offerto,

la Commissione - con nota n. ... del ... - inoltra richiesta di ulteriori giustificazioni, ai sensi e per gli effetti dell’art. 29, comma 5, del D.Lgs. n. 406 del 1991; il termine perentorio entro il quale l’Impresa dovrà far pervenire le ulteriori giustificazioni è fissato - per le motivazioni già indicate nel presente verbale e rese pubbliche - alle ore 18.00 del ...

La Commissione prosegue quindi nell’esame del plico contenente le giustificazioni della B.B.B. di ... che ha offerto il ribasso del 15,18%.

Rilevando che gli elementi giustificativi ivi descritti necessitano di ulteriori chiarimenti e approfondimenti ai fini della determinazione della congruità del ribasso offerto, per le seguenti ragioni:

Cap. 1)
- nell’analisi non sono state computate tutte le opere che riguardano le demolizioni, le rimozioni e gli scavi di sbancamento corrispondenti ad un importo stimato di £ 200.000.000 circa;
- è necessario inoltre giustificare il prezzo unitario della perforazione e della iniezione dei micropali nonché della carpenteria metallica che appaiono sottostimati;
- il prezzo a corpo risulta inferiore del 25% circa rispetto al preventivo di progetto;

Cap. 2)
- non appaiono computati in misura sufficiente i metri cubi di legname per i casseri;
- non sono computati noli e trasporti;

Cap. 3)
- non sono computati gli scavi di sbancamento, il reinterro e i pali radice provvisori per il sostegno del muro dell’intercapedine; risulta sottostimata la quantità di lavorazione;

Cap. 4)
- opere a misura: non risulta evidenziata l’incidenza dei noli dei trasporti e di tutte le assistenze,

la Commissione - con nota n. ... del ... - inoltra richiesta di ulteriori giustificazioni, ai sensi e per gli effetti dell’art. 29, comma 5, del D.Lgs. n. 406 del 1991; il termine perentorio entro il quale l’Impresa dovrà far pervenire le ulteriori giustificazioni è anch’esso fissato - per le motivazioni già indicate nel presente verbale e rese pubbliche - per le ore 18.00 del ...

La Commissione prosegue quindi nell’esame del plico contenente le giustificazioni della Associazione Temporanea di Imprese avente quale mandataria la C.C.C. di ..., che ha offerto il ribasso del 14,56%.

Rilevando che gli elementi giustificativi ivi descritti non sono sufficienti a sostenere la congruità del ribasso offerto, per le seguenti ragioni:

a) è totalmente assente la giustificazione delle opere edili a corpo (capitoli 1, 2 e 3) richiesta nel bando; tali voci incidono per il 34% sull’importo globale dei lavori;
b) è totalmente assente la giustificazione del ribasso offerto sulla parte impiantistica, sia elettrica che meccanica; tali voci incidono per il 40% sul totale dell’appalto;
c) non è stato presentato il computo metrico estimativo per le opere edili a corpo che consenta il raffronto con il prezzo del relativo capitolo;
d) non è stata presentata la stima delle opere a misura di cui al computo metrico inoltrato dall’Istituto,

la Commissione - con nota n. ... del ... - inoltra richiesta di ulteriori giustificazioni, ai sensi e per gli effetti dell’art. 29, comma 5, del D.Lgs. n. 406 del 1991, fissando per l’Impresa lo stesso termine stabilito per le precedenti.

Alle ore 19,15 la Commissione sospende dunque i lavori e si riconvoca in seduta privata per ... alle ore ....

Letto, confermato e sottoscritto

IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE
I COMPONENTI:
(omissis)


Alle ore 14.00 del ..., presso gli Uffici del ..., la Commissione, coadiuvata dall’arch. ..., si riunisce per proseguire i propri lavori ed esamina - ai sensi e per gli effetti dell’art. 29, comma 5, del D.Lgs. n. 406 del 1991 - le ulteriori giustificazioni inoltrate dall'impresa AAA di ..., con nota ... del ..., su conforme richiesta della Commissione.

La Commissione riassume i risultati dell’esame così condotto nella seguente scheda:

Concorrente: impresa AAA di ... - ribasso del 20,15% (soglia di anomalia 13,615%)

ulteriori giustificazioni richieste dalla Commissione relative giustificazioni fornite dall’Impresa AAA controdeduzioni della Commissione di gara
a) non è stata formulata giustificazione in ordine ai capitoli a corpo 1-2-3, corrispondenti a £ 6.542.995.075, pari al 56,32% delle opere edili; tale giustificazione era stata espressamente richiesta nel bando di gara; manca inoltre il computo metrico; a) i capitoli a corpo 1-2-3 sono stati considerati utilizzando i prezzi elementari analizzati in sede di prezzi a misura, dando per scontato che le voci a corpo sono comunque composte dalle predette voci elementari; viene inoltre allegato il computo metrico estimativo dei capitoli a corpo onde permettere la ricostruzione dell’offerta mediante la moltiplicazione dei prezzi in analisi per le quantità rilevate dall’Istituto. a) la giustificazione non è accoglibile in quanto:

pur condividendo la considerazione che anche i capitoli a corpo sono formati da voci elementari, non è dimostrato che queste ultime abbiano la stessa incidenza economica se applicate ad una porzione di lavoro a misura piuttosto che ad una porzione di lavoro a corpo; in altre parole, le voci elementari che compongono i capitoli a corpo dovevano essere oggetto di analisi specifiche essendo formate da componenti di costo non riconducibili con criterio di identità a quelli delle opere a misura; il computo metrico per le opere a corpo risulta notevolmente sottostimato nelle quantità, tanto che per i tre capitoli a corpo si giunge alle seguenti conclusioni: a fronte di un preventivo di progetto di £. 6.541.351.086, ridotto in virtù dello sconto offerto del 20,15%, a £. 5.223.268.842, le analisi giustificative dell’Impresa - come già detto sottostimate nelle quantità- computano un importo di £. 5.572.809.110, che corrisponde ad un ribasso pari al 14,81% e non già al 20,15%; il che lascia supporre che nelle opere a misura lo sconto doveva essere superiore al 25%, quindi nettamente fuori da qualsiasi logica di mercato. Il tutto nell’ipotesi benevola per l’Impresa che, sulle opere scorporabili, il ribasso sia uniforme (20,15%); in realtà su tali ultime opere il ribasso non è di questa entità ma è molto più contenuto; ne deriva, ad abundantiam, e senza necessità di ulteriore dimostrazione dettagliata, che per raggiungere l’equilibrio di un ribasso ponderato pari a quello offerto (20,15%) i ribassi applicabili -come detto non giustificati- alle opere edili a misura dovrebbero superare il 40%. Qualora poi si usassero le quantità del preventivo di progetto che, fino a prova contraria, dobbiamo considerare realistiche e a queste si applicassero i prezzi delle analisi dell’offerente, risulterebbe un importo di £. 6.292.603.140, con una differenza rispetto alla base d’asta pari al 3,803%. Ciò è dimostrato nei quadri comparativi allegati, precisando che, nella redazione di tali quadri, ogni qualvolta la Commissione si è trovata in presenza di un elemento equivoco (prezzo o quantità), ha sempre scelto il criterio più favorevole alle tesi dell’Impresa; conseguentemente, visto che la parte a corpo è pari al 56,32% delle opere edili, per poter giustificare l’offerta, l’Impresa dovrebbe poter contare su un ribasso vicino al 40%, cosa che è ben lontana dal risultare e quand’anche fosse risultata, avrebbe denunciato un ulteriore ingiustificato elemento di anomalia

b) nelle analisi non è indicata l’unità di misura alla quale si riferisce ogni singola voce; ciò non consente un raffronto inequivocabile con gli elementi posti a base dell’analisi di progetto; b) l’indicazione delle unità di misura è stata omessa in quanto si fa riferimento inequivocabilmente all’elenco prezzi fornito dall’Amministrazione b) il riferimento all’unità di misura nell’elenco prezzi fornito dall’Amministrazione non è invocabile, visto che l’Impresa per diverse voci ha usato unità di misura diverse, così come riconosciuto dallo stesso concorrente nelle giustificazioni fornite alla voce sub d), senza peraltro che sia rilevabile quando ciò sia causato da errore e quando causato da diversa modalità di analisi; in proposito si rinvia alle controdeduzioni riportate sub d)
c) il medesimo codice di articolo è citato più volte con prezzi diversi (ad esempio: c/4= cls per opere di elevazione - setti di controventatura: £ 153.600; c4= cls per setti rampe: £ 154.200); ciò non consente di stabilire l’incidenza dell’economicità della singola voce rispetto all’intera prestazione; c) si tratta di lavorazioni simili ma non identiche (uguali) c) tale giustificazione appare accoglibile in linea di principio; sta di fatto tuttavia che l’Impresa non ha applicato lo stesso criterio (lavorazioni simili ma in condizioni oggettivamente diverse) anche alle voci elementari usate per giustificare i capitoli a corpo, il che si pone in insanabile contraddizione con quanto affermato dall’Impresa al punto sub a), traducendosi in affermazione apodittica.
d) diversi articoli (ad esempio N/1) sono analizzati sulla base di unità di misura diverse da quelle riportate nell’elenco prezzi unitari; ciò non consente la valutazione di congruità della singola voce e nemmeno del peso o dell’incidenza dell’eventuale economicità delle singole opere sull’intero lavoro; d) l’Impresa giustifica tali diversità invocando, in due casi (voci E/5 ed I/1) un proprio materiale errore; in un altro caso (N/1) un’equivalenza sostanziale e in un altro caso ancora (M/2) indicazioni equivoche fornite dall’Amministrazione appaltante; d) pur condividendo quanto invocato dall’Impresa a giustificazione della voce M/2, - trattasi quindi di equivoco non imputabile al concorrente - il fatto che l’Impresa riconosca di avere commesso almeno due errori materiali, vanifica quanto affermato al precedente punto b) dall’Impresa stessa.
e) il costo della mano d’opera edile è inferiore a quello previsto dal C.C.N.L. del 5 luglio 1995, aumentato dagli oneri riflessi; e) i costi della mano d’opera sono stati ricavati dalla media risultante dalla contabilità industriale esclusi gli accantonamenti e rivalutazione fondi. e) la giustificazione non è accoglibile, infatti a fronte di prezzi orari non comprimibili, pari a:
- operaio specializzato £ 36.312
- operaio qualificato £ 34.387
- operaio comune £ 31.898,
sono stati esposti i seguenti costi orari:
- operaio specializzato £ 32.000
- operaio qualificato £ 30.000
- operaio comune £ 28.000,

con una differenza media di circa -12%. Tenuto conto che la mano d’opera incide per circa il 44% sull’importo dei lavori edili, se ne deve dedurre che un quarto del ribasso offerto (5,28% su 20,15%) deriva da sottostima del prezzo della mano d’opera.

Inoltre l’offerente non ha considerato l’operaio di 4° livello (prezzo orario di £ 37.770) che pure è parte della componente del costo della mano d’opera. E’ infine arbitrario non aver computato gli accantonamenti e la rivalutazione fondi nei costi della mano d’opera.

Si osserva inoltre che il minor costo della mano d’opera non può essere invocato dal concorrente come elemento giustificativo in quanto elemento riferito a valori minimi stabiliti da disposizioni legislative (art. 18, comma 7, della legge n. 55 del 1990 - art. 36 della legge n. 300 del 1970), regolamentari (art. 17 del D.P.R. n. 1063 del 1962) e amministrative (art. 25 del Capitolato Speciale d'appalto)

f) numerosi prezzi dell’analisi sono superiori ai prezzi di progetto, per cui non si evincono le motivazioni che hanno determinato il ribasso d’asta complessivamente offerto. f) Si giustifica la presenza di alcuni prezzi (in analisi) superiori ai prezzi di progetto, in quanto l’offerta è conseguenza di una valutazione ponderata dove, in presenza di prezzi in elenco più o meno remunerativi, i propri prezzi di analisi possono essere di molto o di poco inferiori e in alcuni casi superiori a quelli a base d’asta f) la giustificazione è accoglibile in linea di principio, in quanto l’affermazione dell’Impresa è senz’altro condivisibile sul piano della logica. Si concorda pertanto sul fatto che la presenza di alcuni prezzi (in analisi) superiori a quelli in elenco non è indizio determinante di anomalia. Tuttavia nel caso concreto, l’equilibrio dei ribassi non solo non è dimostrato, ma anzi, dalla documentazione presentata dal concorrente emerge che tale equilibrio non è raggiunto, come del resto già dimostrato al precedente punto b).

Considerato che le ulteriori giustificazioni fornite dall'impresa AAA di..., per le motivazioni sopra indicate risultano comunque insufficienti a giustificare la congruità del ribasso offerto del 20,15% sull’importo a base d’asta e che un ribasso di tale entità comporta un’eccessiva compressione degli utili dell’offerente tale da non garantire al committente l’aspettativa di una corretta esecuzione del lavoro,

la Commissione, all’unanimità

dichiara anomala l’offerta della AAA di ... ai sensi e per gli effetti dell’art. 29, comma 5, del D.Lgs. n. 406 del 1991.

Alle ore 20,30 la Commissione sospende i lavori aggiornandoli alle ore 14,00 del ...

Letto, confermato e sottoscritto

IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE
I COMPONENTI:
(omissis)


Alle ore 14.00 del ..., presso gli Uffici del ...., la Commissione, coadiuvata dall’arch. ..., si riunisce per proseguire i propri lavori ed esamina - ai sensi e per gli effetti dell’art. 29, comma 5, del D.Lgs. n. 406 del 1991 - le ulteriori giustificazioni inoltrate dalla BBB di ..., con nota n. ... del ..., 2.a classificata con il ribasso del 15,18% sull’importo a base d’asta.

La Commissione riassume i risultati dell’esame così condotto nella seguente scheda:

Concorrente: impresa BBB di ... - ribasso del 15,18% (soglia di anomalia 13,615%)

Alle osservazioni formulate dalla Commissione di gara, con nota n... del ... e precedentemente trascritte nel presente verbale, il concorrente ha risposto nei termini che qui si riassumono:

a) l’analisi dei prezzi che accompagnava l’offerta era comprensiva delle spese generali e degli utili in misura corrispondente al 15%; nelle ulteriori giustificazioni fornite il concorrente ha dimostrato nel dettaglio l’incidenza delle spese generali e degli utili sulle voci di prezzo separatamente valutate;

b) il concorrente ha fornito la dimostrazione che noli e trasporti sono stati considerati nei costi, attribuendoli, così come la mano d’opera, ai singoli prezzi anziché lasciarli separati e complessivi per l’intero capitolo come fatto in precedenza;

c) il concorrente ha presentato un computo metrico delle opere a corpo al fine di stabilire la congruità dei prezzi in analisi;

d) il concorrente, presentando un quadro riepilogativo, ha dimostrato che il ribasso offerto (pari a -15,18%) è una media delle economie sui diversi capitoli;

e) il concorrente ha allegato offerte di terzi fornitori a giustificazione dei prezzi in merito ai quali la Commissione aveva formulato rilievi (cap. 1 sub b).

La Commissione ha formulato le seguenti controdeduzioni:

capitolo 1
sub a) la Commissione, prende atto che nelle giustificazioni che corredavano l’offerta non era stata rilevata l’incidenza delle demolizioni e degli scavi (per complessive £ 200.000.000) in quanto essa non era stata esposta in modo analitico; il concorrente ha successivamente formulato un’analisi puntuale dalla quale si evince che l’incidenza delle demolizioni e degli scavi era stata considerata fin dall’origine, sia pur conglobata indistintamente, nelle voci "mano d’opera e trasporti";
sub b) le offerte dei terzi fornitori dimostrano la congruità del ribasso offerto sulla voce "perforazione e iniezione dei micropali" nonché sulla voce "carpenteria metallica";
sub c) il prezzo a corpo del capitolo 1 ad una prima analisi risultava ribassato del 25%; sulla scorta delle ulteriori giustificazioni fornite dal concorrente la Commissione ne ha potuto constatare un ribasso attestato tra il 15% e il 16%, a seconda delle modalità di calcolo, quindi allineato al ribasso offerto; tale allineamento deriva da una diversa contabilizzazione delle spese generali (circa 10%) prima considerata separatamente e ora attribuita uniformemente alle singole voci;

capitolo 2
sub a) i casseri erano originariamente computati in termini di volume per cui trasformatane la quantità in termini di superficie se ne desumeva, per le opere di calcestruzzo a vista, un eccessivo riutilizzo; nelle ulteriori giustificazioni i casseri risultano computati in quantità corretta, dal che si desume che i volumi di legname originariamente indicati si riferivano a casseri "nuovi" per il calcestruzzo a vista e pertanto sufficienti all’uso, mentre l’onere per i casseri destinati ai getti ordinari era distribuito tra le singole voci;
sub b) dalle ulteriori giustificazioni fornite dal concorrente emerge che l’incidenza dei noli e dei trasporti è stata computata in parte nelle spese generali e in parte nei capitoli 1 e 3; il concorrente ha dimostrato inoltre di privilegiare le forniture di terzi franco cantiere rispetto all’uso di mezzi propri;

capitolo 3
sub a) i pali radice risultano sostituiti da una maggiore fornitura di micropali con funzioni analoghe a quelle dei pali radice; risulta perciò irrilevante l’omesso computo degli stessi;
sub b) dalle ulteriori giustificazioni fornite risulta che la quantità di lavorazioni che risultava sottostimata rientra nella normale alea di un’offerta relativa a lavori a corpo;

capitolo 4 il rilievo relativo alle voci "noli e trasporti" è superato con le stesse controdeduzioni trascritte al capitolo 2 sub b);

Considerato che le ulteriori giustificazioni fornite dall'impresa BBB di ... sono tali da sostenere la congruità del ribasso offerto pari al 15,18% sull’importo a base d’asta, la Commissione alle ore 18,35 sospende i lavori a porte chiuse e si riconvoca in seduta pubblica alle ore 14,00 di ..., presso ...; di tale convocazione viene diramato avviso a tutti i concorrenti.

Letto, confermato e sottoscritto

IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE
I COMPONENTI:
(omissis)


Addì ..., alle ore 14,00, presso l’aula ... - piano ... del ... , in ..., si riunisce la Commissione per l’aggiudicazione dell’appalto dei lavori di ampliamento e ristrutturazione del ...

Il Presidente constata che sono presenti in aula:

sig. ... dell'impresa ... di ...
sig. ... dell'impresa ... di ...
sig. ... dell'impresa ... di ...
sig. ... dell'impresa ... di ..., dalle 14,15
sig. ... dell'impresa ... di ..., dalle 14,20

Il Presidente, al fine di dare pubblicamente conto del procedimento esperito ai sensi e per gli effetti dell'art. 29, comma 5, del D.Lgs. n. 406 del 1991 in merito alla valutazione delle congruità dei ribassi offerti, dà lettura del verbale relativo alle sedute tenutesi a porte chiuse dalla Commissione di gara nei giorni ...

Al termine della lettura, sulla scorta delle valutazioni formulate dalla Commissione in sede di contradditorio con l'impresa concorrente 1.a in graduatoria AAA di ... e l'impresa concorrente 2.a in graduatoria BBB di ...,

la Commissione, all’unanimità

dichiara anomala l’offerta dell'impresa concorrente AAA di ..., 1.a in graduatoria con il ribasso del 20,15% sull’importo a base d’asta;

aggiudica l’appalto dei lavori di ampliamento e ristrutturazione del ... all'impresa concorrente BBB di ..., 2.a in graduatoria con il ribasso del 15,18% sull’importo a base d’asta.

Il sig. ... , procuratore speciale dell'impresa AAA di ... chiede di poter disporre al più presto della documentazione relativa alla gara e in particolare del verbale della Commissione.

Alle ore 15,10 il Presidente dichiara chiuso il verbale e tolta la seduta.

Letto, confermato e sottoscritto

IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE
I COMPONENTI:
(omissis)